top of page

RIASSUNTO DELLE TEMATICHE AFFRONTATE NELLA GIORNATAINFORMATIVA DEL 28 GENNAIO 2023


LE GARANZIE GIREXX:

Scopri tutte le informazioni qui


Quali sono le tempistiche per accedere a una FIV con donazione di ovociti o un'altra

tecnica?

PMA SENZA LISTA D'ATTESA:

I trattamenti di PMA a Girexx possono iniziare dal momento in cui la cartella clinica dei

pazienti è completa e lo staff medico indica la terapia personalizzata. Per una FIV con

donazione di ovociti è necessario attendere 1 mese e mezzo di tempo prima del pick-up della donatrice.


Come verrà scelta la donatrice?

LA SCELTA DEL DONATORE O DELLA DONATRICE:

Il donatore o la donatrice vengono scelti in funzione delle caratteristiche fisiche dei pazienti

(colore degli occhi, della pelle, colore e tipo di capelli, statura) e del gruppo sanguigno.

Per le coppie uomo/donna:

Il donatore è scelto in funzione delle caratteristiche fisiche dell'uomo.

La donatrice è scelta in funzione delle caratteristiche fisiche della donna.

Per le coppie LGBTIQ+:

Le due persone della coppia possono indicare le proprie preferenze. Lo staff Girexx si

baserà quindi sul fenotipo di uno dei due membri della coppia per la scelta del donatore o

della donatrice.

Per le madri single:

Il donatore o la donatrice saranno selezionati in base alle caratteristiche fisiche della

paziente.


Quanti bambini possono nascere dallo stesso donatore o dalla stessa donatrice?

LEGGE DI BIOETICA SPAGNOLA

Contando anche i figli propri del donatore o della donatrice, il numero massimo di bambini

nati dallo stesso donatore o donatrice è pari a sei.


Ho 41 anni, il mio ginecologo mi consiglia di fare una FIV, ma preferirei

un'Inseminazione Artificiale con sperma di donatore.

FERTILITÀ FEMMINILE:

In media si osserva una riduzione significativa della fertilità nelle donne a partire dai 35

anni. Ovviamente si parla di una media, alcune donne infatti hanno una menopausa precoce già a 28 anni, mentre altre a 38 anni hanno ancora una buona riserva ovarica.

Ecco perché è importante che tutte le donne che desiderano diventare madri si

sottopongano a una valutazione della fertilità, che permetterà di sapere qual è la loro

riserva ovarica e quindi di prendere una decisione in maniera consapevole.

Noi di Girexx comprendiamo e rispettiamo sempre le scelte dei pazienti.

Se lo staff medico, una volta analizzata la cartella clinica, consiglia a una donna di 40 anni

di realizzare una FIV, è perché questa tecnica offre delle migliori probabilità di successo

nel minor tempo possibile; tuttavia, se la paziente lo desidera, può tentare una o due

inseminazioni artificiali. L'idea principale è che la paziente sia cosciente dei rischi e della probabilità di ogni tecnica.


Cosa succede se dopo essere diventati genitori con una FIV, non vogliamo altri figli,

ma abbiamo altri embrioni congelati presso la clinica?

IL FUTURO DEGLI EMBRIONI SOPRANNUMERARI

I pazienti sono responsabili dei propri embrioni vitrificati. La clinica è responsabile del

mantenimento e della vitrificazione dei gameti e degli embrioni.

Mettiamo il caso, ad esempio, che una paziente si sottoponga a un trattamento di FIV e

ottenga 6 embrioni di buona qualità: un primo embrione viene trasferito e gli altri 5

vengono congelati. Se il primo embrione non porta a una gravidanza, allora sarà possibile

trasferire un secondo embrione. Immaginiamo ora che questo secondo embrione diventi

un feto e, 9 mesi dopo, un bambino, e che dopo due anni i pazienti decidano di non avere

più figli. Sarà necessario indicare quale destino dare ai 4 embrioni vitrificati, scegliendo tra

tre opzioni:

1) Donazione di embrioni ad altre coppie

2) Donazione alla ricerca

3) Distruzione degli embrioni (se le condizioni lo permettono)


Devo eseguire un'isterosalpingografia e ho letto su internet che è un esame molto

doloroso... sono preoccupata.

ISTEROSALPINGOGRAFIA O HIFOSY

Numerose pazienti esitano a sottomettersi a un'isterosalpingografia. Se lo desiderano,

possono chiedere di eseguire una “HyFoSy”: questa tecnica recente permette di valutare

la permeabilità delle tube di Falloppio mediante una semplice ecografia. Consiste

nell'iniettare una schiuma all'interno della cavità uterina realizzando in contemporanea

un'ecografia che permette di visualizzare il passaggio della schiuma nelle tube e quindi di

valutarne la permeabilità. Questo esame produce dei risultati paragonabili

all'isterosalpingografia, con il vantaggio che non è invasiva ed è meno dolorosa.


Avete dei consigli per migliorare le probabilità di gravidanza?

TERAPIE COMPLEMENTARI

I percorsi di PMA sono delle vere e proprie montagne russe emotive. I pazienti sono

sottoposti a uno stress importante e quindi a una fatica più elevata.

È importante esserne consapevoli ed è consigliabile farsi accompagnare per imparare a

gestire lo stress. Generalmente i pazienti scelgono la pratica che sentono più adatta alle

proprie esigenze: sofrologia, agopuntura, ipnosi...


Qualunque sia la vostra avventura di PMA, non dimenticate di arricchire l'alimentazione

con vitamine e minerali, al fine di migliorare la qualità dei gameti. Prima di iniziare,

sarebbe ideale realizzare un bilancio micronutrizionale per valutare le carenze alimentari e

prepararsi alla PMA.

Consigliamo anche di dare importanza al sonno, di avere un ritmo di vita equilibrato tra

attività e riposo, di fare un'attività fisica dolce, nonché di vivere appieno i momenti di

convivialità in famiglia, con gli amici o in coppia.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page